#Economia secondo Papa Francesco

La Scuola di Politica di Benecomune, in versione solo online, continua il suo quarto anno accademico ed entra nella seconda parte della programmazione annuale.

L’evento del mese di Febbraio prende spunto dal dibattito che si è aperto intorno alla lettura dell’economia e alle conseguenti priorità che emergono dall’ultima enciclica di Papa Francesco “Fratelli tutti”. È un’enciclica che parla molto della nostra società e delle sue distorsioni, di un’economia che rispetti l’uomo e l’ambiente, che includa, di un binomio tra economia e politica «al servizio del vero bene comune e che non siano ostacolo al cammino verso un mondo diverso».

Per dare concretezza a queste riflessioni, con l’iniziativa The Economy of Francesco, papa Bergoglio ha convocato nel novembre scorso online cinquecento giovani economisti ed imprenditori sotto i 35 anni e li ha invitati a scrivere un «patto» per cambiare l’attuale economia e dare un’anima all’economia di domani.

Parliamo di questa esperienza, dei contenuti e delle riflessioni per la politica che ne scaturiscono in una serata dal titolo #Economia secondo Papa Francesco a cui partecipa Francesco Antonioli. Giornalista, scrive per la Repubblica, content manager, saggista, direttore di Mondo Economico, ha lavorato a lungo al Sole 24 Ore, dopo essere stato all’Ansa, ad Avvenire, a Raidue. Si occupa di economia, cultura, religioni, education e politiche familiari.

L’appuntamento è per Lunedì 22 Febbraio 2021 alle ore 21, con Antonioli per parlare di Economia e non solo, in diretta live sul canale YouTube e sulla pagina FB di Benecomune. Sarà possibile intervenire con domande e commenti in diretta. Per accedere alla diretta è sufficiente raggiungere il sito www.benecomune.info/diretta

#Università: prospettive Saviglianesi con Graziano Lingua

La Scuola di Politica di Benecomune, in versione solo online sul suo canale YouTube, continua il suo quarto anno di programmazione, e apre il nuovo anno con una serata dedicata alla sede universitaria di Savigliano, la sua storia e la realtà di oggi, dialogandone con il prof. Graziano LINGUA, delegato dei Dipartimenti dell’Università di Torino presenti nella sede di Savigliano.

Nata come frutto del decentramento universitario voluto negli anni duemila, a seguito dello splendido recupero dell’ex convento di Santa Monica, si è concretizzata con la convenzione fra Università ed Enti Locali del 2009 che ha stabilito l’insediamento in Savigliano, in via Garibaldi 6, definendone anche la sostenibilità con il contributo congiunto dei diversi enti coinvolti.

Da allora ha preso corpo la presenza universitaria nella città, fra difficoltà organizzative, crisi finanziarie che hanno coinvolto in particolare la capacità di contribuzione della Provincia, evoluzione dei corsi di laurea presenti fino ad arrivare all’anno accademico 2019/2020 con quattro corsi di laurea attivi: il Corso di laurea magistrale a ciclo unico in Scienze della Formazione Primaria, il Corso di laurea in Scienze dell’Educazione, il Corso di laurea in Educazione professionale e il Corso di laurea in Tecniche erboristiche.

La storia di una coabitazione con la città, che merita ripercorrere e che vale anche per le altre città della provincia che hanno fatto un percorso simile come Cuneo e Alba. Un percorso che a volte ha faticato a riconoscere la presenza universitaria in città come una risorsa e a capirne i reali benefici al netto dei costi.

Per questo motivo una serata per approfondire e chiarire i contorni della realtà universitaria saviglianese con il prof. Graziano LINGUA, Professore Ordinario di Filosofia Teoretica presso il Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione e, come evidenziato in apertura, delegato dei Dipartimenti dell’Università di Torino presenti nella Sede di Savigliano.

L’appuntamento è per venerdì 22 gennaio 2021 alle ore 21, con l’evento dal titolo #Università: prospettive Saviglianesi, in diretta live sul canale YouTube e sulla pagina FB di Benecomune. Sarà possibile intervenire con domande e commenti in diretta scrivendo un messaggio WhatsApp al n. 3738531360.

#Merito: dieci proposte per l’Italia

La Scuola di Politica di Benecomune, in versione esclusivamente online, continua il suo quarto anno di programmazione, dopo la serata sulla Sanità che ha registrato un successo di visualizzazioni per seguire l’intervento di Fulvio Moirano, con un incontro webinar sul tema del “Merito”.

L’Italia è un Paese che ha bisogno di investire per diffondere la cultura del merito oggi più che mai indispensabile per recuperare competitività e vincere sui mercati. Perché l’Italia, nota per i suoi straordinari talenti, risulta spesso in ultima posizione in relazione alle condizioni che consentono di premiare il merito? Dove si inceppa il meccanismo?

Di tutto questo parliamo con Maria Cristina ORIGLIA, Giornalista socioeconomica del Sole 24 Ore, intervistata da Clara Rocca, Responsabile Risorse Umane e Presidente della Consulta Pari Opportunità di Savigliano. Nel suo libro “Questione di merito” l’autrice prova ad affrontare il tema del declino dell’Italia per cercare di capire se è un destino inevitabile. Le dieci storie contenute nel libro, raccolte con competenza, intelligenza e curiosità da Maria Cristina Origlia, dimostrano che non è così. In Italia e all’estero – dall’Italia partiti e, spesso, in Italia tornati – ci sono scienziati, filosofi, economisti che hanno costruito le loro carriere sull’impegno, sulla serietà e sul rispetto verso sé stessi e le proprie scelte.

Maria Cristina Origlia è anche la Presidente del Forum della Meritocrazia, la prima associazione no profit nata in Italia per diffondere la cultura del merito nel paese.

L’appuntamento è per lunedì 30 novembre 2020 alle ore 21, con l’evento dal titolo #Merito: dieci proposte per l’Italia, in diretta live sul canale YouTube e sulla pagina FB di Benecomune. Sarà possibile intervenire con domande e commenti in diretta scrivendo un messaggio WhatsApp al n. 3738531360.

La presentazione dell’appuntamento del 30 novembre

#Sanità: il futuro dei nostri Ospedali

La Scuola di Politica di Benecomune, in versione solo online, continua dopo l’evento sull’Europa in collaborazione con APICE e la serata sul progettare una “città felice” con il sociologo Daniele Marini.

Nell’intento di informare ed approfondire l’attualità incrociandola con temi più locali, ecco che arriva l’annunciato e atteso incontro sulla Sanità, con uno sguardo particolare al futuro dei nostri Ospedali, alla luce della pandemia che stiamo vivendo e degli insegnamenti che probabilmente ci lascerà.

Ospite dell’incontro Fulvio Moirano, conosciuto manager pubblico saviglianese, già Direttore della Sanità Piemontese, poi Direttore Generale della ATS Sardegna e fino a pochi giorni fa Presidente del Comitato di Indirizzo dell’AOU S. Orsola Malpighi di Bologna. Con la sua esperienza di più di 25 anni di direzione della sanità pubblica ci aiuterà a tracciare la situazione della Sanità non solo piemontese, il rapporto fra medicina territoriale e ospedali, quali modelli sono apparsi più vincenti e cosa occorrerà fare nel futuro per saper meglio rispondere a periodi di emergenza come quelli che stiamo vivendo. Uno sguardo pertanto all’attualità ma, allo stesso tempo, una proiezione nel futuro prossimo della Sanità, con l’occasione del Recovery Fund Europeo, per ragionare di priorità e anche del ruolo dei nostri Ospedali.

L’appuntamento è per Lunedì 16 Novembre 2020 alle ore 21, con l’evento dal titolo #Sanità: il futuro dei nostri Ospedali, in diretta live sul canale YouTube e sulla pagina FB di Benecomune. Sarà possibile intervenire con domande e commenti a cui risponderà in diretta Fulvio Moirano. Per inviare una domanda sarà sufficiente mandare un messaggio WhatsApp al n. 3738531360.

Per partecipare è sufficiente cliccare questo collegamento video YouTube:

Collegamento alla Diretta LIVE che partirà lunedì 16 novembre alle ore 21.

#Costruiamo una “città felice”

Con l’incontro organizzato da APICE in collaborazione con Benecomune, è partito il quarto anno della Scuola di Politica entrando subito nel merito di una delle questioni più significative a seguito della pandemia che stiamo vivendo, ovvero le misure europee decise a luglio, il cosiddetto Recovery Fund “Next Generation” di cui certamente sentiremo parlare molto nei prossimi mesi e anni.

A distanza di una settimana, l’evento di apertura di Benecomune in programmazione per lunedì 26 ottobre da l’avvio ad un anno accademico che proverà ad intercettare temi dai riflessi più locali che oltre ad informare ed approfondire l’attualità provino a delineare gli elementi essenziali dell’amministrare. Per questo motivo si parlerà ad esempio di Ospedale in novembre e di Università in gennaio.

Questo percorso inizia però dalla città. Da una idea di città, di una visione che può e deve essere la più condivisa per generare uno sviluppo della città stessa. Per parlare di questo e di esperienze in giro per l’Italia che vanno in questo senso, in collegamento da Padova, interverrà il prof. Daniele Marini, sociologo che ha concentrato la sua attività di studio e ricerca sui modelli di sviluppo sociale ed economico in una serata dal titolo: #Costruiamo una “città felice”.

Le prospettive di una città sono direttamente proporzionali alla capacità di progettarsi come un sistema territoriale intelligente. Il futuro si gioca nella competizione fra aree in grado di affermarsi per le loro specializzazioni, per la capacità di identificarsi e di essere identificate, per l’attitudine a integrarsi nelle reti di relazioni economiche e sociali più ampie, per la possibilità di attrarre risorse, competenze e professionalità necessarie al proprio sviluppo.

L’appuntamento è per il momento ancora solamente online, pertanto in modalità WEBinar Lunedì 26 Ottobre 2020 alle 21, sarà possibile seguire e interagire con il professore seguendo la diretta LIVE sul canale YouTube e sulla pagina FB di Benecomune.

Il link del canale YouTube è il seguente: https://www.youtube.com/channel/UCvvJREPhnBJN3NAunZHNsLw

Unione Europea: un grande futuro alle spalle?

Riparte la Scuola di Politica di Benecomune con un evento di pre-apertura in collaborazione con APICE, EDIC Cuneo e La Guida.

Lunedì 19 ottobre alle ore 20.45, solo online, sulla piattaforma Google Meet si può partecipare al confronto sulla strada in salita della solidarietà europea.

Il WEBINAR sarà trasmesso altresì in diretta FB e sul canale YouTube dell’Associazione Benecomune.

Il 21 luglio 2020, dopo giorni di aspri contrasti, il Consiglio europeo dei Capi di Stato e di governo ha deciso di imprimere una svolta all’UE, attivando un inedito meccanismo di solidarietà in risposta alla crisi provocata dal Covid-19.

Quella data resterà nella storia dell’UE. Resta da capire se la ricorderemo come un nuovo inizio del processo di integrazione politica o come la breve illusione di un futuro, lasciato presto alle spalle, in un momento drammatico per l’Europa e per il mondo.

Sono in corso in questi giorni i negoziati per tradurre quella decisione in risorse rapidamente attivabili, nel rispetto dei valori della solidarietà e della democrazia.

I Paesi “frugali” (Olanda e Paesi nordici) e quelli di Visegrad (Polonia e Ungheria, in particolare), con opposte ragioni, convergono nel contrastare l’adozione del bilancio 2021-2027 e del “Recovery fund” che a quel bilancio aggiunge 750 miliardi di euro per aiutare i Paesi in difficoltà, tra i quali l’Italia.

Nell’attesa di un risultato, da consegnare all’attesa “Conferenza sul futuro dell’Europa”, APICE in collaborazione con EDIC Cuneo, La Guida e BeneComune riapre il suo tradizionale cantiere di confronti periodici sull’attualità europea che, in questo caso, ha anche una forte ricaduta su quella italiana.

Per partecipare è sufficiente fare clic su questo link: http://bit.ly/UEfuturo

Altrimenti, per partecipare telefonicamente, componi +39 02 8732 3729 e digita il PIN: 771 771 730#

L’accesso è libero fino a esaurimento posti (250).

È possibile seguire il WEBINAR sul canale YouTube di Benecomune al seguente link: https://www.youtube.com/channel/UCvvJREPhnBJN3NAunZHNsLw

#Pescatori di uomini

Finale di anno accademico di sicuro interesse per la Scuola di Politica dell’Associazione Benecomune. Dopo i WEBINAR sulla Demografia, con l’intervento del prof. Giuseppe Costa e sulla Povertà con  Paolo Ramonda e Christian Marino, un grande ritorno: Nello SCAVO.

Autore insieme a Mattia Ferrari di Pescatori di Uomini, il giornalista di Avvenire racconta il dramma dei migranti in arrivo dalla Libia. Tutto inizia Il 9 maggio 2019, quando i volontari sulla Mare Jonio, la nave della piattaforma della società civile Mediterranea, individuano nel tratto di mare tra la Sicilia e la Libia un gommone in avaria con 30 migranti. «Da dove venite?» viene chiesto loro. «Dall’inferno», rispondono. Tra i primi a portare aiuto c’è un giovane prete che si è imbarcato come cappellano di bordo: don Mattia Ferrari.

Con la sua grande esperienza, Nello Scavo animerà la serata, raccontando con la passione che lo contraddistingue e che già lo scorso anno avevamo avuto modo di vivere insieme in una partecipatissima serata con la sua preziosa testimonianza.

Reporter internazionale, cronista giudiziario, corrispondente di guerra, collabora con diverse testate estere. Le sue inchieste sono state rilanciate dalle principali testate del mondo, fra cui The New York Times,  The Washington Post, The Independent, The Guardian, Le Monde, Huffington Post, La Croix, Bbc, Cnn, Clarin, La Nacion, El Pais, El Mundo e altri. Nel 2020 ha ricevuto il Premio “Mario Francese” per come ha documentato le brutali condizioni umane in cui sono costretti a vivere, e non sempre a sopravvivere, migliaia di disperati nei campi di detenzione libici prima di essere avviati a traversate che spesso si concludono tragicamente e il Premio “Giuseppe Fava” per aver indagato e raccontato il traffico di esseri umani dalla Libia e i silenzi che lo coprono. “Per averci ricordato, ognuno con il proprio lavoro, che la verità si avvicina se nessun giornalista viene lasciato solo”.

L’appuntamento online è quindi per Giovedì 28 Maggio 2020 alle ore 21.30, con la diretta LIVE sul canale YouTube di Benecomune.

#Povertà: fra impegno e strumenti

Settimo evento del terzo anno della scuola di Politica di Benecomune, argomento quanto mai di attualità, non è mai facile parlare dei poveri, soprattutto perché a volte si preferisce fermarsi a luoghi comuni, a fare delle istantanee senza cercare di approfondire le dinamiche che costruiscono storie di vita difficili, in salita, senza mai una vera soluzione. Dietro a questa realtà ci sono tanti uomini e donne che si impegnano quotidianamente per dare risposte, per inventare soluzioni, che semplicemente ci sono.

Una comunità che fa questo tutti i giorni è certamente la Papa Giovanni XXIII, che in molteplici forme e declinazioni, sta vicina agli ultimi, in una condivisione diretta con gli emarginati, i rifiutati, i disprezzati . Siede a tavola, ogni giorno, con oltre 41 mila persone nel mondo, grazie a più di 500 realtà di condivisione tra case famiglia, mense per i poveri, centri di accoglienza, comunità terapeutiche, Capanne di Betlemme per i senzatetto, famiglie aperte e case di preghiera. La Comunità opera anche attraverso progetti di emergenza umanitaria e di cooperazione allo sviluppo, ed è presente nelle zone di conflitto con un proprio corpo nonviolento di pace, “Operazione Colomba”, di cui abbiamo già parlato nell’incontro con Sheik Abdo nello scorso novembre sul dramma Siriano.

Il Responsabile Generale della Comunità fondata da don Benzi, è Paolo Ramonda che nel corso di un appassionato intervento che è possibile rivedere nel video qui di seguito ha trasmesso tutto l’impegno per affrontare una povertà che è stata ulteriormente acuita dalla pandemia in corso, per cui la solitudine e la distanza può per alcune fragilità determinare ulteriore dramma.

La registrazione dell’evento del 14 Maggio con Paolo Ramonda e Christian Marino

Nella seconda parte del webinar è intervenuto Christian Marino del Consorzio Monviso Solidale, che ha relazionato sulle misure strutturali a contrasto della povertà assoluta. Mettiamo qui di seguito a disposizione il materiale utilizzato, mentre il suo intervento si può rivedere all’interno dello stesso video qui sopra postato.

Nell’introduzione alla serata è stato proiettato un video sulla Comunità Papa Giovanni XXIII e le sue attività che è disponibile nella versione integrale nel canale YouTube di Benecomune .

La Scuola di Politica continua e conclude il suo anno accademico 2019-2020 con la presentazione del libro Pescatori di uomini scritto a due mani da Mattia Ferrari e Nello Scavo che sarà nostro ospite nel webinar in programma per il prossimo giovedì 28 maggio alle ore 21.30. Un’occasione per risentire Nello, giornalista di “Avvenire”, reporter internazionale, cronista giudiziario e corrispondente di guerra, che ha una lunga esperienza e vanta collaborazioni con diverse testate estere. Le sue inchieste sono state rilanciate dalle principali testate del mondo, fra cui The New York Times,  The Washington Post, The Independent, The Guardian, Le Monde, Huffington Post, La Croix, Bbc, Cnn, Clarin, La Nacion, El Pais, El Mundo e altri. Un’altra occasione molto interessante per capire come funziona questo mondo…

#Povertà: quale situazione in Italia?

Dopo il riuscito WEBINAR sulla Demografia, arriva a stretto giro il secondo appuntamento online su un tema purtroppo sempre di attualità: la povertà. Testimone d’eccezione Paolo Ramonda, responsabile generale dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, fondata nel 1968 da don Oreste Benzi.

Una serata per capire chi sono i poveri oggi in Italia, quali sono le nuove fragilità e le urgenze, non sempre e solo economiche, che spesso sfociano nella violenza e negli abusi, attraverso la straordinaria esperienza della Comunità Papa Giovanni XXIII. Ma anche per contestualizzare il tema nell’ambito dell’attuale pandemia che stiamo vivendo per capire come sta cambiando la mappa della povertà.

Un incontro anche per fare il punto sugli strumenti introdotti dalla politica, insieme a Christian Marino del Consorzio Monviso Solidale, proveremo a tracciare il quadro degli interventi prima del Reddito di Inclusione e oggi del Reddito di Cittadinanza e per capire con qualche numero la dimensione del fenomeno, in particolare sul territorio saviglianese.

L’appuntamento online è quindi per Giovedì 14 Maggio 2020 alle ore 21, con la diretta LIVE sul canale YouTube di Benecomune