#Università: prospettive Saviglianesi con Graziano Lingua

La Scuola di Politica di Benecomune, in versione solo online sul suo canale YouTube, continua il suo quarto anno di programmazione, e apre il nuovo anno con una serata dedicata alla sede universitaria di Savigliano, la sua storia e la realtà di oggi, dialogandone con il prof. Graziano LINGUA, delegato dei Dipartimenti dell’Università di Torino presenti nella sede di Savigliano.

Nata come frutto del decentramento universitario voluto negli anni duemila, a seguito dello splendido recupero dell’ex convento di Santa Monica, si è concretizzata con la convenzione fra Università ed Enti Locali del 2009 che ha stabilito l’insediamento in Savigliano, in via Garibaldi 6, definendone anche la sostenibilità con il contributo congiunto dei diversi enti coinvolti.

Da allora ha preso corpo la presenza universitaria nella città, fra difficoltà organizzative, crisi finanziarie che hanno coinvolto in particolare la capacità di contribuzione della Provincia, evoluzione dei corsi di laurea presenti fino ad arrivare all’anno accademico 2019/2020 con quattro corsi di laurea attivi: il Corso di laurea magistrale a ciclo unico in Scienze della Formazione Primaria, il Corso di laurea in Scienze dell’Educazione, il Corso di laurea in Educazione professionale e il Corso di laurea in Tecniche erboristiche.

La storia di una coabitazione con la città, che merita ripercorrere e che vale anche per le altre città della provincia che hanno fatto un percorso simile come Cuneo e Alba. Un percorso che a volte ha faticato a riconoscere la presenza universitaria in città come una risorsa e a capirne i reali benefici al netto dei costi.

Per questo motivo una serata per approfondire e chiarire i contorni della realtà universitaria saviglianese con il prof. Graziano LINGUA, Professore Ordinario di Filosofia Teoretica presso il Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione e, come evidenziato in apertura, delegato dei Dipartimenti dell’Università di Torino presenti nella Sede di Savigliano.

L’appuntamento è per venerdì 22 gennaio 2021 alle ore 21, con l’evento dal titolo #Università: prospettive Saviglianesi, in diretta live sul canale YouTube e sulla pagina FB di Benecomune. Sarà possibile intervenire con domande e commenti in diretta scrivendo un messaggio WhatsApp al n. 3738531360.

RECOVERY FUND – SARÀ VERA SVOLTA PER L’UE?

Un incontro online organizzato da APICE, Martedì 15 Dicembre alle ore 20.45, con un dialogo con Andrea Bonanni, editorialista di Repubblica.

L'immagine può contenere: testo

In un anno disastroso per i più, l’Unione europea sembrava aver dato uno dei pochi segnali positivi quando a luglio, dopo intensi negoziati, il Consiglio europeo approvava un accordo storico, dotandosi di risorse senza precedenti per far ripartire l’economia e costruire l’Europa del futuro.

Ma il 2020 pare destinato ad essere avaro di soddisfazioni, al punto che il tanto sospirato accordo rischia ora seriamente di saltare per l’opposizione di Polonia, Ungheria e Slovenia, mal disposte a sopportare, a fronte delle ingenti risorse previste, l’insostenibile peso dello stato di diritto.

Una battuta d’arresto per l’Unione, già alle prese con l’interminabile Brexit e con le crescenti tensioni ai suoi confini, proprio quando sembrava avviata, dopo un lungo torpore, verso la costruzione di una nuova comunità, più solidale e coesa.

Nell’immediatezza di un Consiglio europeo straordinario che potrebbe risultare decisivo, APICE farà il punto su questi e altri nodi dell’attualità europea in un dialogo con ANDREA BONANNI, editorialista di Repubblica e vincitore del Premio giornalistico Altiero Spinelli 2020.

L’incontro, organizzato in collaborazione con Europe Direct Cuneo Piemonte area sud ovest, avrà luogo martedì 15 dicembre alle ore 20.45, attraverso la piattaforma digitale google meet. Per partecipare, è sufficiente cliccare sul link: https://bit.ly/ueverasvolta

#Merito: dieci proposte per l’Italia

La Scuola di Politica di Benecomune, in versione esclusivamente online, continua il suo quarto anno di programmazione, dopo la serata sulla Sanità che ha registrato un successo di visualizzazioni per seguire l’intervento di Fulvio Moirano, con un incontro webinar sul tema del “Merito”.

L’Italia è un Paese che ha bisogno di investire per diffondere la cultura del merito oggi più che mai indispensabile per recuperare competitività e vincere sui mercati. Perché l’Italia, nota per i suoi straordinari talenti, risulta spesso in ultima posizione in relazione alle condizioni che consentono di premiare il merito? Dove si inceppa il meccanismo?

Di tutto questo parliamo con Maria Cristina ORIGLIA, Giornalista socioeconomica del Sole 24 Ore, intervistata da Clara Rocca, Responsabile Risorse Umane e Presidente della Consulta Pari Opportunità di Savigliano. Nel suo libro “Questione di merito” l’autrice prova ad affrontare il tema del declino dell’Italia per cercare di capire se è un destino inevitabile. Le dieci storie contenute nel libro, raccolte con competenza, intelligenza e curiosità da Maria Cristina Origlia, dimostrano che non è così. In Italia e all’estero – dall’Italia partiti e, spesso, in Italia tornati – ci sono scienziati, filosofi, economisti che hanno costruito le loro carriere sull’impegno, sulla serietà e sul rispetto verso sé stessi e le proprie scelte.

Maria Cristina Origlia è anche la Presidente del Forum della Meritocrazia, la prima associazione no profit nata in Italia per diffondere la cultura del merito nel paese.

L’appuntamento è per lunedì 30 novembre 2020 alle ore 21, con l’evento dal titolo #Merito: dieci proposte per l’Italia, in diretta live sul canale YouTube e sulla pagina FB di Benecomune. Sarà possibile intervenire con domande e commenti in diretta scrivendo un messaggio WhatsApp al n. 3738531360.

La presentazione dell’appuntamento del 30 novembre

Diretta Lunedì 16 Novembre ore 21

#Sanità: il futuro dei nostri Ospedali con Fulvio Moirano.

Ecco il video della Diretta LIVE su YouTube. Per porre delle domande durante la diretta è sufficiente inviare un messaggio WhatsApp al numero 3738531360.

Clicca qui per seguire la diretta LIVE di lunedì 16 novembre alle ore 21

#Sanità: il futuro dei nostri Ospedali

La Scuola di Politica di Benecomune, in versione solo online, continua dopo l’evento sull’Europa in collaborazione con APICE e la serata sul progettare una “città felice” con il sociologo Daniele Marini.

Nell’intento di informare ed approfondire l’attualità incrociandola con temi più locali, ecco che arriva l’annunciato e atteso incontro sulla Sanità, con uno sguardo particolare al futuro dei nostri Ospedali, alla luce della pandemia che stiamo vivendo e degli insegnamenti che probabilmente ci lascerà.

Ospite dell’incontro Fulvio Moirano, conosciuto manager pubblico saviglianese, già Direttore della Sanità Piemontese, poi Direttore Generale della ATS Sardegna e fino a pochi giorni fa Presidente del Comitato di Indirizzo dell’AOU S. Orsola Malpighi di Bologna. Con la sua esperienza di più di 25 anni di direzione della sanità pubblica ci aiuterà a tracciare la situazione della Sanità non solo piemontese, il rapporto fra medicina territoriale e ospedali, quali modelli sono apparsi più vincenti e cosa occorrerà fare nel futuro per saper meglio rispondere a periodi di emergenza come quelli che stiamo vivendo. Uno sguardo pertanto all’attualità ma, allo stesso tempo, una proiezione nel futuro prossimo della Sanità, con l’occasione del Recovery Fund Europeo, per ragionare di priorità e anche del ruolo dei nostri Ospedali.

L’appuntamento è per Lunedì 16 Novembre 2020 alle ore 21, con l’evento dal titolo #Sanità: il futuro dei nostri Ospedali, in diretta live sul canale YouTube e sulla pagina FB di Benecomune. Sarà possibile intervenire con domande e commenti a cui risponderà in diretta Fulvio Moirano. Per inviare una domanda sarà sufficiente mandare un messaggio WhatsApp al n. 3738531360.

Per partecipare è sufficiente cliccare questo collegamento video YouTube:

Collegamento alla Diretta LIVE che partirà lunedì 16 novembre alle ore 21.

#Costruiamo una “città felice”

Con l’incontro organizzato da APICE in collaborazione con Benecomune, è partito il quarto anno della Scuola di Politica entrando subito nel merito di una delle questioni più significative a seguito della pandemia che stiamo vivendo, ovvero le misure europee decise a luglio, il cosiddetto Recovery Fund “Next Generation” di cui certamente sentiremo parlare molto nei prossimi mesi e anni.

A distanza di una settimana, l’evento di apertura di Benecomune in programmazione per lunedì 26 ottobre da l’avvio ad un anno accademico che proverà ad intercettare temi dai riflessi più locali che oltre ad informare ed approfondire l’attualità provino a delineare gli elementi essenziali dell’amministrare. Per questo motivo si parlerà ad esempio di Ospedale in novembre e di Università in gennaio.

Questo percorso inizia però dalla città. Da una idea di città, di una visione che può e deve essere la più condivisa per generare uno sviluppo della città stessa. Per parlare di questo e di esperienze in giro per l’Italia che vanno in questo senso, in collegamento da Padova, interverrà il prof. Daniele Marini, sociologo che ha concentrato la sua attività di studio e ricerca sui modelli di sviluppo sociale ed economico in una serata dal titolo: #Costruiamo una “città felice”.

Le prospettive di una città sono direttamente proporzionali alla capacità di progettarsi come un sistema territoriale intelligente. Il futuro si gioca nella competizione fra aree in grado di affermarsi per le loro specializzazioni, per la capacità di identificarsi e di essere identificate, per l’attitudine a integrarsi nelle reti di relazioni economiche e sociali più ampie, per la possibilità di attrarre risorse, competenze e professionalità necessarie al proprio sviluppo.

L’appuntamento è per il momento ancora solamente online, pertanto in modalità WEBinar Lunedì 26 Ottobre 2020 alle 21, sarà possibile seguire e interagire con il professore seguendo la diretta LIVE sul canale YouTube e sulla pagina FB di Benecomune.

Il link del canale YouTube è il seguente: https://www.youtube.com/channel/UCvvJREPhnBJN3NAunZHNsLw